telefono

Il modello delle 7 G per ottimizzare la logistica aziendale

La logistica aziendale spesso viene affrontata come se comprendesse soltanto il trasporto delle merci, ma in realtà si tratta di un processo molto più complesso, che comincia con il reperire le materie prime e prosegue con la loro conservazione, l’imballaggio delle merci e la loro consegna.

Per questo, riuscire ad ottimizzare tutte le fasi di questo processo è fondamentale se si vuole aumentare sia la produttività sia la competitività della propria azienda.

 

Il modello 7 G per la logistica aziendale

Riuscire a trovare un modo per rendere il più efficace possibile l’intero processo di logistica aziendale sembra molto difficile, soprattutto a causa della sua complessità, ma ci sono dei metodi e dei modelli che ci possono venire in aiuto, come il modello delle 7 G di cui parleremo in questo articolo.

Andiamo subito a vedere di cosa si tratta e come questo modello può aiutarci ad ottimizzare la logistica della nostra impresa.

Cos’è il modello 7 G per la logistica

Con la dicitura “modello 7 G” intendiamo sette fattori fondamentali che è necessario gestire nel modo corretto per ottimizzare la logistica aziendale, e in particolare si tratta di:

1) Giusto prodotto
2) Giusto posto
3) Giusto prezzo
4) Giusto cliente
5) Giuste condizioni
6) Giusto tempo
7) Giuste quantità

Per comprendere meglio il significato di queste parole, possiamo considerarle come degli obiettivi che la logistica aziendale deve porsi nella consegna dei suoi prodotti, che devono essere nelle quantità corrette, nel momento e nel luogo giusto, al prezzo giusto, nelle condizioni giuste e, soprattutto, al cliente giusto. Dunque, è importante che l’intero processo di logistica sia efficiente, affidabile e veloce, in maniera tale da offrire al cliente finale un servizio di ottima qualità.

Andiamo quindi a vedere più nel dettaglio in cosa consistono le 7 G della logistica che abbiamo appena elencato, e come possono essere integrate in una strategia di ottimizzazione della logistica aziendale.

Il giusto prodotto

Nella logistica aziendale bisogna tenere conto del fatto che ogni prodotto ha le sue peculiarità, e dunque a seconda di queste è necessario scegliere la modalità più adatta di trasporto. Allo stesso tempo, un prodotto progettato con un occhio di riguardo alla logistica potrebbe semplificare notevolmente tutti i processi di stoccaggio, imballaggio e spedizione pacchi, portando numerosi vantaggi all’azienda.

Il giusto posto

Chiaramente, è fondamentale che i prodotti vengano consegnati all’indirizzo corretto, e in questo caso la tecnologia può venire in aiuto nella semplificazione di questo processo, sia grazie a dei sistemi di gestione dei trasporti, sia grazie a dei software che ottimizzano i percorsi del corriere anche per i pacchi internazionali.

In questo modo è più semplice sia tracciare l’andamento delle spedizioni sia organizzare i diversi spostamenti, avendo sempre a disposizione un feedback da analizzare per migliorare o ampliare la strategia.

Il giusto prezzo

Affinché un’azienda rimanga competitiva pur generando del profitto, è fondamentale che i prodotti vengano venduti e spediti al prezzo giusto, e per fare questo è possibile utilizzare dei software che analizzino le oscillazioni dei prezzi di un determinato bene nell’area geografica di interesse, in modo da potersi adeguare al mercato in cui si opera.

Tornando a quanto detto nel punto precedente, anche ottimizzare i percorsi delle consegne pacchi può aiutare a ridurre i costi delle spedizioni, generando un ulteriore profitto per l’azienda.

Il giusto cliente

Individuare e profilare il proprio cliente tipo è fondamentale per poter svolgere numerose attività in un’azienda, compreso tutto ciò che riguarda la logistica.

Una volta che si conosce il proprio target di riferimento, è possibile muoversi sul mercato in modo più consapevole, e dunque poter fissare degli obiettivi, destinare correttamente il budget e misurare l’efficienza e la qualità delle diverse operazioni.

Le giuste condizioni

Un’altra cosa fondamentale è che il prodotto venduto arrivi a destinazione in ottime condizioni, e per questo diventa essenziale che i prodotti vengano imballati e trasportati nel modo corretto.

Questo è particolarmente importante ad esempio nel trasporto di prodotti che necessitano di essere conservati a basse temperature, e per i quali è necessario che queste condizioni vengano rispettate durante l’intera fase di trasporto, stoccaggio ed eventuali interscambi.

Anche in questo caso sono stati introdotti diversi dispositivi e software che consentono di tenere sempre monitorata la temperatura degli impianti di stoccaggio e trasporto, in modo da venire subito a conoscenza di guasti e ripararli nel più breve tempo possibile, garantendo la conservazione del prodotto.

Il giusto tempo

Le tempistiche sono un fattore fondamentale quando si parla di logistica, perché i clienti si aspettano di ricevere i prodotti che hanno ordinato in tempi sempre più veloci, ma questo vale anche, ad esempio, per le consegne ups di prodotti alimentari, che devono poter essere venduti ai consumatori finali prima che siano deperiti.

Quindi, anche per questo motivo, diventa essenziale pianificare ed ottimizzare i percorsi delle spedizioni, in cui le aziende possono essere supportate da software specifici.

Le giuste quantità

L’ultima delle 7 G che abbiamo elencato riguarda le quantità di un prodotto, che devono essere adeguate alla domanda dei clienti, in modo da evitare sprechi e spese inutili. Quindi, ottimizzare la logistica significa anche non tenere merce invenduta in magazzino, che rischia di diventare obsoleta e fa aumentare i costi legati allo stoccaggio della merce. Anche in questo caso, esistono dei software chiamati Warehouse Management System che permettono di controllare e coordinare tutte le operazioni che si svolgono all’interno dei magazzini dell’azienda.

Come si ottimizza la logistica aziendale con le 7 G

Le 7 G che abbiamo analizzato nel paragrafo precedente permettono di rendere efficienti tutte le fasi della logistica aziendale, andando così ad aumentare anche la soddisfazione dei clienti verso i prodotti e migliorare il servizio offerto loro dall’azienda.

Per sviluppare una strategia in questo ambito, è necessario che il punto di partenza sia un’analisi puntuale dei propri processi logistici e produttivi, in maniera tale da avere un costante monitoraggio delle proprie attività, ma bisogna anche confrontarsi con le strategie che vengono utilizzate da chi opera nel nostro stesso mercato, per rimanere competitivi ed adattarsi ai cambiamenti nel settore.

Con questo obiettivo sono dunque stati creati diversi software e dispositivi di digital logistics, che semplificano la gestione e l’ottimizzazione di tutte le varie fasi che vanno a comporre la logistica aziendale, permettendo allo stesso tempo di tenere monitorati i risultati delle proprie strategie, in modo da poterle modificare in corsa se non si ottengono i risultati che si erano prefissati.